Strascinati con cime ( cavolfiore )

Ancora un piatto della cucina Pugliese, genuine e semplice da realizzare, anche se gli ingredienti ancora una volta fanno la differenza. Infatti per questa pietanza sconsiglio vivamente di usare orecchiette o meglio strascinati secchi, ma comprate la pasta fresca, il massimo sarebbe farli a mano.potrei in futuro girare un video per chi si volesse cimentare, oppure fate un salto in Puglia, nei vicoli di Bari vecchia, ci sono ancora signore anziane che le fanno e le vendono ai turisti o anche ai locali.

Per 4 persone

  • 250 gr di strascinati
  • 1 cavolfiore medio
  • olio evo
  • peeproncino
  • aglio
  • pangrattato
  • sale
Pulire e lavare il cavolfiore.Mettere una pentola capace sul fuoco con dell’acqua e, quando bolle, salare e versare prima la pasta e dopo 4 minuti il cavolfiore; nel frattempo che cuociono, in una padella antiaderente tostare il pangrattato, fino a farlo diventare color biscotto.Preparare una padella grande con dell’olio e dell’aglio e intanto scolare la pasta e la verdure tenendole da parte fino a quando l’aglio sarà diventato rosso; togliere l’aglio e mettere  del pepperoncino fresco o tritato e spadellare la pasta e le cime.Servire nei piatti, spolverando con il formaggio dei poveri ovvero il pangrattato. Completare con un filo di olio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *