Sformato di patate e finocchi con mazzancolle

Questa ricetta l’ho avuta da un amico; un giorno mi disse che avrebbe preparato un piatto a base di patate, finocchi e mazzancolle, e già gli ingredienti mi incuriosirono, mi piacciono i finocchi ma cotti non mi soddisfano mai veramente, le patate sono buone fatte in tutti i modi e le mazzancolle non ho ancora trovato qualcuno cui non piacessero. Pensai però che forse tutti questi ingredienti insieme non dovessero essere male. Poi lui mi spiegò il procedimento e pensai subito  di farla, apportando solo qualche variazione, come la patata che lui mi disse l’avrebbe frullata, ma io evito di farlo perchè rilascia amido e diventa collosa. Cosi la mia  variante è stata, schiacciarla e unirla ai finocchi frullati, in modo da ottenere anche una consistenza meno a pappa 🙂 Altra variante è stata, saltare in padella velocissimamemete le mazzancolle, per dar loro piu sapore e una spruzzata di semi di papavero che oltre a decorare il piatto, aggiungono una leggera nota di croccantezza alla morbidezza dello sformatino. Vi assicuro, che a casa dissero subito, mamma questa è da rifare ancora! Queste sò soddisfazioni……  

Ingredienti: 3 sformati di media dimensione

  • 2 patate medie ( circa 350 )
  • 3 finocchi non grandi
  • 300 gr di mazzancolle fresche o congelate
  • semi di papavero
  • sale e pepe
  • 1 spicchio di aglio
  • olio evo
  • semi di papavero

 

Pulire i finocchi  tenendo da parte la barba, farli a pezzettti, pulire le patate riducendole a quadrotti, bollire separatamente fino a cottura in acqua e sale. Poi passare le patate allo schiacciapatate, nel frattempo bollire in acqua salata le mazzancolle sgusciarle e togliere l’intestino . Frullare con un mixer ad immersione i finocchi aggiungendo 2 cucchiai di olio di oliva.,ridurre a crema, poi unire a questa crema le patate schiacciate, senza frullarle, ma aiutandovi con una forchetta amlagamare ai finocchi, assaggiare ed eventualmente aggiungere del sale e pepe. Foderare 4 stampini di alluminio con della pellicola alimentare, facendo aderire bene. Se volete realizzare un antipasto usate stampi piccolini, oppure fate come ho fatto io che  li ho servti come piatto unico,  usando però degli stampi piu grossi . Versare lo sformato, compattare bene e battere ogni stampo sul tavolo, al fine di evitare vuoti d’aria,  poi mettere in frigo per 30 minuti.  Qualche minuto prima di riprendere gli sformatini, versare in una padella olio e aglio, e velocemente riscaldare le mazzancolle. Togliere gli stampini dal frigo, capovolgere su un piatto, delicatamente staccare la pellicola e riscaldare ogni porzione al micronde per 20 secondi. Spolverare ogni sformato con dei semi di papavero, adagiare 4 mazzancolle, decorare con della barba di finocchio e un filo di olio. Volendo li potete anche servire freddi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *