Puttanesca di pesce

Perché se organizzi una cena tra amiche tutto deve essere perfetto, curato nei dettagli; perchè una donna apprezza più che un uomo, che magari non nota nemmeno quanta cura c’è nella mise en place, come è equilibrato il menu scelto; perchè si ride di piu, perchè si chiacchiera durante la preparazione, perchè è divertente scegliere insieme il vino, perchè vuol dire che nonostante tutto ci si ama prendendosi cura di se’…

per 4 persone:

  • 320 gr di pasta  pennette rigate o mezze maniche
  • 12 alici fesche spinate
  • 250 gr di pomodoro pelato
  • 250 gr di passata di pomodoro
  • aglio
  • olio
  • 300 gr di pomodori ciliegini
  • basilico
  • pecorino 30 gr
  • pepe
  • pangrattato q.b.
  • 10 olive denocciolate
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
Una o due ore prima, affettare i pomodorini, metterli in una ciotola e condirli con abbondante basilico fresco tritato,  1/2 spicchio di aglio tritato finissimo quasi invisibile, sale, pepe  e olio, abbondare con l’olio. Tenerli in frigo fino al momemto dell’utilizzo.In una padella mettere l’olio e l’aglio a fettine, appena diventa rosso, togliere e aggiungere le alici, appena cambiano colore diventando bianche, aggiungere  il pomodoro pelato fatto a pezzettini, mescolare continuamente, il pesce si disferà e va bene così, poi aggiungere la passata, assaggiare ed eventualmente salare pepare e spegnere. aggiungere le olive e i capperi.Bollire la pasta in acqua salata, scolarla al dente, e condirla con tutto il sughetto preparato prima, spolverare con pecorino e mettere nelle cocottine individuali o in una teglia da forno, Ricoprire la superficie con le fettine di pomodori tenuti da parte,  spolverare con il pangrattato e versare il condimento che si sarà formato sulle cocottine.

Infornare a 200° per 25 minuti.

2 Commenti

  1. 5-settembre-2012

    ecco il primo ideale per farlo seguire dagli involtini. 🙂

  2. 6-settembre-2012

    Infatti fa parte di un menu in cui la puttanesca di pesce era il primo e gli involtini secondo piatto….:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *