Filetto di scorfano su crema di patate con salsa verde

Sono del parere che il pesce non vada cotto aggiungendoci troppi ingredienti, a maggior ragione se il prodotto acquistato è fresco o di qualità. Nessuna  cottura prolungata per il pesce, quindi al vapore, piuttosto che lesso, grigliato, al sale, o saltato velocemente in padella.

Il contorno o le salse dovranno solo esaltarne il sapore.

Per 4 persone:

  • 4 filetti di scorfano
  • 2 patate grandi
  • cetriolini sott’aceto
  • cipolline sott’aceto
  • capperi sotto sale
  • mollica di pan carrè 3 fette senza la crosta
  • prezzemolo
  • aceto
  • latte
  • olio evo
  • olio all’aglio se non lo avete delle fettine di aglio
  • sale
  • pepe
Preparate la salsina, in una ciotola fate ammollare il pane con acqua e aceto, proporzione 4 cucchiai di aceto e due di acqua. In un cutter o frullatore, mettete i cetriolini, le cipolline i capperi sciacquati bene e l’olio, frullate e dopo aggiungete la mollica strizzata, il prezzemolo e frullate di nuovo fino ad ottenere una salsa non troppo densa e di un bel verde brillante, se serve aggiungete durante l’operazione ancora olio.

Pulite, lavate e fate a pezzi le patate e ponetele a bollire in acqua salata, appena cotte, schiacciatele ancora calde direttamente in una pentola e aggiungete 4 cucchiai di olio e latte, non indico la quantità del latte perché dipende dalle patate, pero mescolate con una frustina; accendete il fuoco a minimo e dovreste avere una consistenza di cremina. Salate e tenete in caldo, badando che non si addensi troppo.

Lavate il pesce già pulito e tamponatelo con della carta assorbente, poi in una padella mettete 4 cucchiai di olio aromatizzato all’aglio oppure, 4 cucchiai di olio e delle fettine di aglio, qualche stelo di prezzemolo. Fate riscaldare e togliete l’aglio, adagiate i filetti di scorfano e fateli rosolare da entrambi i lati portando a cottura; salate e pepate.

In un piatto, nappate la superficie con la crema di patate, adagiate il pesce, guarnite con gocce di salsa verde e foglie di prezzemolo, servite subito.

Un consiglio, la salsa che vi resta, portatela a tavola in una salsiera, finirà senza che ve ne accorgiate, ottima comunque su tartine e tramezzini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *