Crostata di barbabietole, carote e mele

Un’altra bella ricetta del grande Sadler, molto particolare e buona, di quelle che appena le vedi vorresti provare a casa, buonissima accompagnata da quella salsa alla vaniglia e yogurt che la rende tanto raffinata.

Per 8/10 porzioni: 2 teglie da 14 cm + 2 formine monoporzione a forma di cuore

  • 300 gr di burro
  • 200 gr di zucchero
  • 100 gr tuorli
  • la buccia di un limone
  • 500  gr di farina Rosignoli per dolci
  • 1 cucchiaino raso di ammoniaca
Per il ripieno:

  • 600 gr di mele verdi
  • 400 gr di carote
  • 300 gr di barbabietole sottovuoto
  • 50 gr di zucchero
  • 100 gr di vino bianco
  • 1 stecca di vaniglia
  • 50 gr di cedro candito
  • 50 gr di uvetta
  • 50 gr di pistacchi ( io ho usato i pinoli )
  • Per la crema:
  • 150 gr yogurt alla vaniglia
  • 150 gr di panna montata
Pulire le carote e farle a dadini piccoli, vedi foto. Tagliare allo stesso modo le barbabietole e le mele, tenere da parte.
Preparare la frolla, impastare tutti gli ingredienti, l’ammoniaca setacciata con la farina, fino a formare una palla; ricoprirla tutta con la pellicola e porre in frigorifero.
Scaldare in una grande padella o tegame il burro, unire le carote, le barbabietole e le mele, far riscaldare e poi bagnare con il vino bianco; aggiungere la stecca di vaniglia e lo zucchero, far cuocere per 20 minuti o fino a quando non avrà un aspetto caramellato; infine aggiungere il cedro, l’uvetta e i pinoli.
Far raffreddare.
Stendere la pasta frolla nelle teglie o se preferite una unica da 26 cm, e versare il composto; livellare e cuocere in forno a 180° per 30/35 minuti circa.
Togliere dal forno e far raffreddare; aggiungere alla panna montata non zuccherata lo yogurt alla vaniglia con movimenti lenti dal basso verso l’alto e servire uno spicchio di torta con la crema di vaniglia, spolverizzandolo con zucchero a velo.
Montare sempre la panna estraendola al momento dal frigorifero in un contenitore messo anch’esso nel frigo a raffreddare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *